domenica 6 maggio 2018

Un investigatore per rintracciare la Sinistra!

Una nuova, entusiasmante e intrigante serie tv sta per nascere. Un appassionante mix tra noir e thriller, pieno di mistero ma anche di amore e sentimenti patriottici: Dove, sei, Sinistra? 

La trama è semplicissima: mentre nel Nord del Paese, si contendono il potere e il governo tutte le sfumature possibili della Destra (una colazione piuttosto instabile formata da un partito stile connubio tra massoneria e mafia condotto da un vecchio irriducibile, un movimento di vecchi nostalgici nazionalisti e una formazione molto più robusta guidata da un leader ex scissionista riscopertosi tutore di interessi nazionali), nel Sud Italia un movimento popolare di successo ormai istituzionalizzato in partito molto chiuso e dirigista, ha sorprendentemente assunto toni talmente morbidi da spiazzare la base e favorire molteplici malumori interni, dopo aver ipnotizzato con promesse folli le masse meridionali. 

Il Presidente della Repubblica, che dovrebbe affidare l'incarico di governo a qualcuno in grado di formarlo, non sa che fare e continua a guardare al peggio della vecchia classe politica che di meglio non ha saputo fare che affidare le sorti nazionali ad una stramba concezione continentale che vorrebbe unificare l'Europa in nome degli interessi delle banche e dell'alta finanza. E il peggio non muore mai, visto che ci sta riuscendo. 

La situazione minaccia di diventare esplosiva dato che le elezioni appena finite, come previsto da molti, non hanno prodotto risultati apprezzabili in termini di governabilità. Del resto, la società italiana, oltre a vivere da sempre la divisione tra fascisti e chi il fascismo lo tollera meno della presenza di moscerini nel brodo, ora vive molto male l'appartenenza nel club europeo di cui sopra, dato che nel resto del mondo, si preparano invasioni di ogni tipo; dal commercio all'invio di milioni di persone che cercano acqua, cibo, lavoro e in definitiva un posto dove vivere che non sia scosso da bombardamenti un giorno sì e l'altro pure. La disoccupazione avanza e chiudono bottega anche i supermercati che fecero chiudere bottega alle botteghe. Un disastro.

A questo punto, il colpo di scena: in ambito presidenziale (nel senso del Colle) un oscuro funzionario di mezza età, convince il Presidente ad un estremo tentativo: cercare dove diavolo sia finita la Sinistra nazionale, erede dei valori di chi liberò il Paese dalla dittatura fascista e dall'occupazione nazista. Nel vecchio partito che un tempo legava l'attivismo sociale con la presenza sindacale nei posti di lavoro, nella scuola e nelle università, dopo mille giravolte, cambi di nome, e scissioni interne, hanno perso completamente la memoria e la concezione di cosa voglia dire, nell'ordine, comunismo, socialismo, socialdemocrazia. Probabilmente si tratta di una sindrome piuttosto grave isolata da poco nei laboratori più avanzati: una specie di virus che si ritrova nei depressi con manie di grandezza che confondono la vecchia Internazionale con l'invasione programmata dai ricercatori della NWO Inc., una potente multinazionale che opera nell'ombra dell'ultimo sole e che rimane sempre avvolta nel mistero per chiunque cerchi la via la verità e la vita nel quotidiano del mattino o nel telegiornale delle venti.

Il partito che ha persino, con alterne vicende, governato l'Italia nelle ultime edizioni di governo è ormai caduto nei favori della gente, stremata e confusa.

Inoltre, si fa strada nella popolazione il ricordo di un vecchio motto, ovvero che se si fanno politiche di destra, alla fine la gente vota a destra. E' strano, però accade questo. Dev'essere un difetto di programmazione in Matrix.

Intanto il Presidente della Repubblica si è defintivamente convinto che, piuttosto che mettere d'accordo i vari contendenti per Palazzo Chigi è più facile capire dove cavolo è finita la Sinistra, e affida quindi l'incarico di ritrovarla a un detective straniero, di cui all'inizio della serie non si comprende bene nazionalità, sesso e neppure gusti gastronomici. Ed è ovviamente comprensibile, volendo mantenere una certa tensione narrativa: ci saranno differenze tra uno che mastica porridge, oppure zuppa di cipolle, salsicce con crauti o pizza margherita. Hai voglia di unificare paesi, abolire confini, riunificare lingue e dialetti, se non sai cucinare...

Comunque, chiameremo convenzionalmente Pantera Rossa tale agente segretissimo che ha il compito di andare a cercare idee e uomini di sinistra in Italia, mentre le vecchie istituzioni tengono a bada gli oscuri personaggi che hanno elaborato incredibili teorie politico-sociali considerate irrealizzabili persino a Disneyland, Francia. La Disneyland, America, sta complottando contro Trump. 

Seguiremo la serie e vi daremo un aggiornamento dopo i primi episodi. Notizia certa è che gli attori sono conosciutissimi ma il regista, no. Quello lo cercano da un pezzo, ma non lo trovano. 

 Risultati immagini per lente d'ingrandimento detective   

Nessun commento:

Posta un commento