giovedì 30 novembre 2017

Retrofilm: La Rabbia dei Morti viventi (1972)

L'horror diretto da David Durston, con Iris Brooks e Bruno Damon, è datato 1972. La trama inizia nel villaggio di Valley Hills, di soli 80 abitanti, sull'orlo dell'estinzione per via di una diga. Due ragazzini vengono aggrediti da un gruppo di fanatici demoniaci e decidono di vendicarsi, avvelenando il cibo a loro destinato con sangue infetto. Ciò provoca un'epidemia che trasforma gli umani in una sorta di zombie e la polizia dovrà intervenire per fermare la tragedia. 

Sesso e un'impostazione splatter contraddistinguono questa pellicola e, sinceramente, è una delle più crude che abbiamo potuto visionare relativamente al periodo 50-80. Non certamente una delle più belle o stilisticamente perfette. 

Risultati immagini per la rabbia dei morti viventi

Ma pur sempre di un horror si tratta. Alcune scene forti sono realizzate in maniera fin troppo realistica (spiace per la povera e incolpevole gallina sgozzata all'inizio) e comunque segue una disinfestazione a base di topi arrosto e via uccidendo.
Dicevamo che lo splatter regna sovrano e quindi non lo consigliamo né ai troppo impressionabili, né ai fan di Cristina D'Avena.
E veniamo al comparto più prettamente orrorifico. In realtà, più che di morti viventi, si tratterebbe di persone in preda alla rabbia con istinti omicidi. 
il film è girato anche abbastanza bene, con mestiere, e senza fronzoli. Non certo un capolavoro ma neanche da buttare. un onesto horror di ben quasi 50 anni or sono.
Più che decenti, trucchi e fotografia, abbastanza buona la recitazione.

Risultati immagini per la rabbia dei morti viventi


Nessun commento:

Posta un commento