martedì 10 ottobre 2017

KIC 8462852: La scienza dice: non sono alieni ma sono... un boh...

Come al solito, la scienza ufficiale spara le sue sentenze a casaccio. Per il caso della stella chiamata  KIC 8462852, nella Costellazione del Cigno,  poi, si arriva al parrossismo del negazionismo. Nel non fornire una spiegazione acclarata (la luminosità di Tabby è stata vista variare fino al 22 per cento in un giorno solo) per il fatto che,  almeno dal 2013  un'armata di telescopi basati a Terra ha cominciato a osservare Tabby's Star per riuscire a dare una spiegazione al fenomeno, che in alcuni periodi arrivava a un calo del 20%, con una frequenza apparentemente casuale e apparentemente non compatibile con la più semplice delle ipotesi: il passaggio di un pianeta.

  Risultati immagini per KIC 8462852

Peraltro, a partire da maggio 2017, la stella di Tabby si è esibita di nuovo con quattro repentini cali di luminosità inspiegabili. Sciami di comete? Passaggio di pianeti? Nulla pare appropriato, ma gli astronomi escludono categoricamente la presenza di mega-strutture aliene... Vi pare scienza?

Circa 800 giorni alla missione di Kepler, il telescopio spaziale di Kepler ha visto la luce della KIC 8462852 diminuire di circa il 15%. Questo è un enorme sbalzo nella luce e suggerisce un oggetto enorme che si muove davanti alla stella, che è circa 1,5 volte più massiccia del nostro sole. Ma poi al punto di 1500 giorni si verificò una frenata di picchi di luce, che abbassava la luce della stella del 20%.

La stella, di magnitudo 11,7, a circa 1500 anni-luce dalla Terra, rinominata in onore di Tabetha Boyajian, prima autrice dell’articolo scientifico che ne annunciava la scoperta nel novembre 2015, fa impazzire chiunque la osservi e tale anomalia è certamente una delle più significative fonti di possibile vita aliena. Ovvero di strutture orbitanti che facciano variare significativamente la luminosità osservata da qui. E scusate se è poco.

Risultati immagini per KIC 8462852


Nessun commento:

Posta un commento