martedì 21 novembre 2017

Retrofilm: Sangue Caldo (1955)

Gli anni '50 e '60 sancirono, specie negli USA, il grande successo del noir; spesso questo genere del giallo fu condito anche in salsa western. E questo Sangue Caldo, di Richar Wilson,  ne fu un esempio perfetto.
Storia tratta da The Deadly Peacemaker , racconto di N.B. Stone junior, del 30 maggio 1955.

Risultati immagini per sangue caldo film

Recitarono in questo film attori del calibro di Robert Mitchum, giustiziere privato assunto dai cittadini di una qualsiasi città di frontiera per riportare l'ordine dove spadroneggiava il signorotto locale.

La sua donna era la splendida Jan Sterling, impresaria di un gruppo di ballo. lo lasciò per la sua vita, un po' troppo avventurosa e purtroppo portandosi dietro la figlioletta dei due, per un finale non felice.

Risultati immagini per sangue caldo film

La trama non è poi originalissima: il giustiziere deve riportare l'ordine in città a suon di pugni e pistole anche se l'ordine fa spesso calare gli affari e il giustiziere può anche esagerare e qualcuno magari pensare che la giustizia privata sia peggio del crimine organizzato. Cosa che poteva succedere spesso e non solo all'epoca. 

Una delle caratteristiche di questo film è la perfetta sincronia tra le azioni dei personaggi, quasi una linearità assoluta tra intenzioni e dei protagonisti e svolgersi della narrazione. accade sempre quel che lo spettatore si aspetta ma questo non è un difetto insormontabile quando la bravura incredibile degli interpreti fa sembrare tutto naturale. Scontato ma attendibile. Altra caratteristica è la bellezza plastica delle attrici, Sterling in testa, dotata di un fascino quasi intossicante.
E' disponibile su internet, non lasciatevelo scappare.

Risultati immagini per sangue caldo film


lunedì 20 novembre 2017

Ostia è un quartiere di Roma

Ostia è un quartiere di Roma, per la sua situazione uno dei più degradati e pericolosi d'Italia. La vicenda della testata al giornalista ha fatto il giro del mondo, ma non è certo la giusta fotografia per un pezzo di Roma in gravissima crisi da anni, infiltrato da mafie di ogni tipo e con l'illegalità a contrattare il territorio con lo Stato. Che continua a non esserci o, quando c'è, a distribuire tasse e non diritti. 

Quanta parte del Sud è nelle stesse condizioni da secoli? Volendo ristabilire la legalità piena, ci sarebbe bisogno di uno stato di polizia, con l'esercito a controllare vie e piazze e la legge marziale. Questa è la situazione di un pezzo di Roma capitale e non è una sorpresa. 

Ci sono due elementi da considerare quando si amministra (in buona fede) un territorio: la legge e i bisogni delle persone, che spesso sono due elementi distinti. Chi è stato eletto ad Ostia (il Movimento Cinque Stelle) ha peraltro riscontrato un astensionismo record. 

Sapete che questo blog invita all'astensione: è l'ultima forma di protesta civile rimasta. Lor signori non hanno più la nostra fiducia. La partitocrazia, della quale, ormai, i Cinquestelle sono parte integrante ed integrata, ha dimostrato di non saper difendere la Costituzione e rispettare il popolo sovrano. 

Oggi l'Italia intera è nelle mani di persone che hanno lasciato sottomettere la Carta da parte di istituzioni straniere che fanno capo alla Troika (Corte Europea, Banca Centrale Europea, Fondo Monetario Internazionale). Tutto questo vuole dire che la prima delle nostre leggi è sottomessa a stranieri. Siamo schiavi e stop. Ostia e tutto il suo malessere, la violenza di un tessuto sociale degradato e povero, le guerre tra poveri, la caduta dei partiti e l'astensionismo sono solo conseguenze della nostra sottomissione in primis. 

Chi può pensare di ristabilire la legalità quando legge e legalità non esistono più? Questo è un Paese occupato dal neoliberismo bancario internazionale. Ostia è solo un esempio. Chi può, oltre a noi, dica a quei pennivendoli da strapazzo che affollano redazioni giornalistiche e studi televisivi con l'intento di insegnarci come si vive, che senza legalità, l'astensionismo è l'ultimo valore civile da difendere. Non si vota per un dittatore e non si vota in dittatura.

Risultati immagini per idroscalo di ostia

domenica 19 novembre 2017

Le profezie di Baba Vanga: guai grossi in arrivo!

Baba Vanga era una sensitiva bulgara. Nata nel 1911 e morta l'11 agosto 1996, completamente cieca, è celebre per aver predetto in maniera esatta grandi avvenimenti, come  l'attentato delle Torri Gemelle, il fenomeno ISIS, e la nomina di Barack Obama. Aveva fama di chiaroveggente e taumaturga fin dalla Seconda Guerra Mondiale ed ovviamente molti leader politici le fecero visita. 

Pur essendo analfabeta, la sensitiva riuscì a predire fatti straordinari (Vanga affermava che le sue straordinarie capacità avevano qualcosa a che fare con la presenza di creature invisibili, ma non riuscì mai a spiegare la loro origine). Per quanto ci attende ancora, Vanga ha predetto: dal 2016 la continua invasione musulmana dell'Europa; la Terra Guerra mondiale inizierà in questo 2017; dal 2018, la Cina diventerà ufficialmente la prima superpotenza; nel 2023, l'orbita terrestre cambierà; nel 2028, scoperta di una fonte di energia straordinaria che contribuirà a far sparire la fame nel mondo; nel 2033, aumento dei livelli dell'acqua nel mondo, a causa dell'aumento del calore terrestre che farà sciogliere le calotte polari; nel 2043 creazione di un vasto califfato islamico in Europa, con Roma capitale; nel 2066, grande arma usata dagli Americani contro il califfato islamico europeo; nel 2088, una nuova malattia farà invecchiare la gente in pochissimo tempo; 2100: l'umanità sarà in grado di creare un sole artificiale; 2111, creazione di androidi; 2125-2130, contatto con alieni che colonizzeranno le profondità marine; 2183, la colonia umana marziana si renderà indipendente; 2201, l'attività solare comincia a diminuire; 2221, la Terra entra in contatto con una specie aliena terribile; 2279, l'energia sarà tratta dal nulla; 2288, ormai possibili viaggi nel tempo e verso pianeti alieni; 3010, una cometa colpirà la Terra e la ridurrà in polvere ma nel corso di 700 l'umanità potrà andare verso nuovi mondi; e via dicendo e profetizzando, fino al 5079, quando ci sarà la fine del nostro mondo.

Spesso i sensitivi ricevono canalizzazioni di esseri di altre dimensioni spazio-temporali; e quindi, le profezie che ricevono sono di mondi o tempi paralleli al nostro; altre volte, riguardano questa dimensione spazio-temporale. Chi vivrà, vedrà.


Baba Vanga, nota anche come la "Nostradamus dei Balcani"


giovedì 16 novembre 2017

Gli alieni tra noi

Si dice che gli USA, almeno da Roswel in poi, abbiano stipulato accordi segreti con una o più civiltà aliene. Tra gli accordi ci sarebbe lo scambio tra tecnologia sconosciuta e la possibilità di rapire umani da parte degli alieni. Queste teorie sono state ribadite anche da Laura Eisenhower, per esempio durante il 22° simposio a  San Marino, nel 2014. 

Laura è la pronipote del famoso presidente americano che, dopo i fatti di Roswel, ebbe contatto con le EBE nel 1954 e non per la prima volta. La razza aliena era quella dei cosiddetti Grigi, responsabili di moltissime adduzioni (abductions), e l'accordo avrebbe il nome di Trattato di Grenada. Gli alieni hanno ricevuto anche il permesso di installare basi su varie località degli States; in precedenza, e dopo i primi accordi che risalgono al 1933, Truman, nel ‘46, autorizzò l’avvio del progetto Paperclip, i cui scopi erano: impedire il recupero UFO da parte di altri; impedire l’utilizzo dei risultati ottenuti dal Reich e “disinnescare” la capacità di riarmo e riorganizzazione militare da parte della Germania (che era invece in combutta con i Pleiadiani) del dopo-guerra. 

Ma in seguito lo stesso governo USA ebbe contatti anche con i Pleiadiani, che cercarono di interrompere le relazioni americane con i Grigi. Ma anche Nordici e Rettiliani cercarono di raggiungere patti con quella che consideravano l'unica potenza terrestre in grado di rappresentare il pianeta Terra. 

Ricostruzione affascinante, quella della Eisenhower, ma con molte contraddizioni. Gli alieni, quelli chiamati Anunnaki, o Elohim, non sono mai andati via da qui. E forse, è vero che altre razze hanno cercato di venire qui e studiare le loro creazioni, cioè noi, con il chiaro intento di trovare la chiave genetica che fa di noi esseri multidimensionali, proveniente proprio dal DNA dei creatori dell'Homo Sapiens. Le guerre tra queste razze sono state varie e continuano finora, e i vari UFO-crash ne sono la dimostrazione.

Attualmente, sono i vertici del Nuovo Ordine Mondiale che tengono rapporti privilegiati con alcune di queste razze.

Presto, il presidente Putin potrebbe divulgare prove che dimostrano questi fatti, dato che il Nuovo Ordine Mondiale minaccia gravemente l'esistenza stessa della Russia. E allora sapremo con certezza chi ha venduto la razza umana agli alieni.

Risultati immagini per putin