lunedì 24 luglio 2017

Il Trono di Spade, avanti con brio e per la settima volta.

Arrivata ormai alla sua settima stagione, la serie ideata dallo scrittore George R.R. Martin, e creata da David Benioff e D.B. Weiss, prosegue non l'adattamento delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco ovvero del ciclo di romanzi originale; bensì una sceneggiatura composta ad arte per rinnovare il successo mondiale della prime sei stagioni. 

Ora, la crudele Regina Cersei controlla Approdo del Re e cerca alleanze per mantenere saldo il suo trono. Il Re del Nord, oltre ad odiarla con tutte le sue forze, deve fronteggiare l'avanzata dei morti viventi che premono sulla Grande Barriera e pensa di allearsi proprio con i nemici di Cersei, organizzata dalla piccola e affascinante Regina dei Draghi. 

Le prime puntate di questa Settima Stagione, visibile negli USA tramite HBO e in Italia trasmesse tramite Sky Atlantic intrigano parecchio. Noi abbiamo potuto vedere quelle in lingua originale e l'impressione è comunque che il lavoro originariamente tratto dai romanzi sia diventato un po' troppo di maniera ma ugualmente affascinante. 

Certamente sono un po' più prevedibili del passato e comunque la creatività non difetta certo a chi sta proseguendo le storie pubblicate su carta. Non mancano le sorprese, né difetta la presenza di sesso e sangue, binomio che ha caratterizzato la serie, umanizzandola di molto rispetto ai racconti di Tolkien. 

Del resto, l'incredibile saga che si agita intorno al crudele Trono di Spade non può certo sperare in una fine meno dura del suo svolgimento. Intrighi, tradimenti, agguati, sanguinose battaglie, crudeltà e nobiltà sia alterneranno anche nelle previste sette puntate visibili in Italia, a partire dal 17 luglio, e che noi vedremo invece tramite trasmissioni americane.

Altro, non vi sveliamo, ma la serie merita, eccome, uno sguardo approfondito.
Appuntamento per il fine stagione.


Risultati immagini per come vedere trono spade italia

domenica 23 luglio 2017

Roma sempre più giù: ora manca l'acqua!

Una triste conferma alle nostre previsioni, dettate dal più semplice spirito di osservazione e di sofferenza di una città, un tempo eterna, ed ora eternamente soffocata dalla canicola, dai ratti, dai gabbiani ,dai piccioni, dai cinghiali, dalla sporcizia, dal disordine cronico di gente ammassata a casaccio nelle periferie e stipata alla meglio negli uffici del Centro, dal traffico infernale, dai mezzi di trasporto insufficienti e sozzi, dai milioni di buche, ed ora dalla siccità. 

Gli esponenti della classe dirigente, da Zingaretti, alla Raggi, passando per i vertici di Acea, balbettano scuse mentre ormai il prezioso liquido vitale è razionato e scarseggia un po' ovunque. Dato che il Lago di Bracciano è ormai quasi prosciugato, si è all'improvviso deciso di bloccare il prelievo a favore dei romani. Secondo roma.repubblica.it:

"Acea, prevede turni di stop di otto ore consecutive e la divisione della città in due quadranti da almeno 1,5 milioni di residenti; l’acqua sarà erogata a turno a ciascun quadrante e quindi ogni 24 ore un romano su due rimarrà senza acqua, in totale, per sedici ore."

Pertanto, uffici pubblici e di pubblica utilità ma anche le abitazioni private, soffriranno la sete. Con questo caldo, e certo, e quando sennò?

Gli allarmi per decenni, di quanti sostenevano che lo stato delle tubazioni, le fonti sempre più scarse del prezioso liquido, l'inquinamento delinquenziale di fiumi e laghi, avrebbero portato a questo, sono state puntualmente ignorante da una classe dirigente e politica da disastro perenne.

La natura non fa sconti e non guarda il rassicurante telegiornale delle venti.

Preparate le taniche.

Risultati immagini per lago bracciano

sabato 22 luglio 2017

Cyborg X, il solito futuro apocalittico, con un po' di garbo.

Arrowstorm Entertainment ha affidato, lo scorso anno, la direzione di questo film a K.King, e con le interpretazioni di Eve Mauro e Danny Trejo tra gli altri. 

In un futuro apocalittico, alcuni sopravvissuti cercano di contrastare lo strapotere di macchine cyborg addestrate per uccidere.

Chiaramente, non una trama irresistibile, eppure il concept e la narrazione non risultano di scarsa levatura. 

Con citazioni romantiche per la X-Corp (i mutanti dell'universo Marvel), si parte dall'omicidio per mano di un cyborg di una dolce donzella per poi piombare all'interno di un campo dei sopravvissuti armati fino ai denti. 

Il film non è male, sia a livello dei trucchi di scena, sia per la fotografia e i combattimenti. 

Mostruosi cyborg armati di sega elettrica, come pure droni con tanto di raggi di energia ed altre chicche regalano un po' di divertimento non troppo impegnato.

Certo, le interpretazioni non sono il meglio che si possa desiderare, ma per certi film è chiaro che la sola presenza di gentarella come Trejo giustifica il budget iniziale.

Non un capolavoro, ma si può guardare, con un paio di bottiglie di birra ghiacciata (scegliete quella senza caglio animale), patatine o pop-corn.

 Risultati immagini per cyborg x