domenica 18 febbraio 2018

Altered Carbon: fantascienza cyberpunk su Netflix

Serie statunitense su un futuro alternativo (distopico) ideata dalla sceneggiatrice Laeta Kalogridis su un soggetto preso dal romanzo Bay City di Richard K. Morgan (il primo dei tre romanzi della serie di Takeshi Kovacs). Nell'anno 2834 (più o meno quando andrò in pensione con la Legge Fornero) l'identità umana può essere registrata su un supporto digitale (non vi ricorda, in qualche modo, Strange Days?) e quindi trasferita da un corpo morente ad un corpo vitale. 

Risultati immagini per altered carbon

Più o meno, l'immortalità, anche se a spese di qualcun altro. Un ex membro di una unità speciale, viene ucciso e la sua identità trasferita nel corpo di un agente di polizia. Questo trasferimento è ordinato da un riccone arrivato all'età di 360 anni che, convinto di non essersi suicidato (ovviamente prima di un altro trasferimento di coscienza), vuole conferire all'ex agente il compito di capirci qualcosa: potrebbe essere un omicidio? 

Risultati immagini per altered carbon

La trama può trarre in inganno facilmente: tra finte morti, trasferimenti di coscienza e suicidi, c'è da perderci la testa.  Joel Kinnaman (l'Ora Nera, Millenium, House of Cards...), James Purefoy, Matha Higareda, Dichen Lachman tra gli altri ,ce la mettono tutta per non sfigurare in questa serie un po' controversa ma da guardare. 

Netflix la distribuisce e pertanto potrete vederla tramite questa piattaforma. quel che vedrete non è fantascienza classica, ma ambientazione cyberpunk: un misto tra futuribile e vecchie maniere, insomma. Il nostro amico lo vediamo in dolce colloquio con un altro agente femmina e mentre si riposano, arriva un commando che li spedisce... a ritrovarsi in un nuovo corpo all'interno di un penitenziario sulla vecchia, cara, Terra. Qui veniamo a conoscenza che la placca che i rinati hanno sulla nuca contiene la loro coscienza e che, semmai fosse danneggiata o distrutta, sopravviene la morte vera...

State certi che seguiremo questa serie fino al decimo e ultimo episodio previsto per la prima stagione e vi sapremo dire. 

Risultati immagini per altered carbon


sabato 17 febbraio 2018

Retrofilm: Gli Occhi degli Altri, 1965

Tratto da un romanzo di Ursula Curtiss, il film di William Castle vedeva come interpreti Joan Crawford, John Ireland, Andi Garrett, Sarah Lane. 
 Trama all'apparenza piuttosto leggera, quasi da commedia: una ragazzina si diverte, con due amichette, a fare scherzi telefonici. Una delle sue “vittime” è un assassino che crede di essere stato scoperto e rivolge i sospetti su una sconosciuta che gli sembra nemica. La copia che abbiamo visto, girata in bianco e nero, doppiata in italiano, mostra ambientazione e modo di recitare tipici della commedia americana di quegli anni. 
Risultati immagini per gli occhi degli altri

E infatti al calar delle tenebre, dopo che le ragazzine hanno vagabondato un po' nei giardini di famiglia, abitati da caprette e cavallini, le ragazzini cominciano a fare scherzi con il telefono scegliendo a caso sull'elenco fintanto che non chiamano il numero sbagliato... Una specie di maniaco furioso, dopo aver ucciso la moglie, le prende di mira e saranno guai. La violenza arriva quasi all'improvviso in questo film tutt'altro che tenero e lo scenario diventa cupo come la notte ormai scesa sulla villa dove le ragazzine continuano a ridere e scherzare.  

Un thriller più che un noir, comunque di un certo spessore anche se la recitazione è nella media. Da vedere specie per gli appassionati del giallo americano di quegli anni.

Risultati immagini per gli occhi degli altri

venerdì 16 febbraio 2018

Retrofilm: Tre punto sei, 2003

Nicola Rondolino, regista torinese, deceduto improvvisamente, a soli 45 anni nel 2013, è stato il regista di questo ottimo noir italiano, girato nel 2003. Con Valerio Binasco e Marco Giallini, il film, da un soggetto di Rondolino stesso e Luca Aimeri con musiche di Giuseppe Napoli, segnò il debutto del regista, allora appena trentaduenne, con un lungometraggio ambientato nel quartiere torinese multietnico di San Salvario, dove si intrecciano le attività illegali della prostituzione e dello spaccio di droga (in particolar modo eroina, dalla cui formula nasce il titolo del film) con le vicende personali di tanta gente anche molto diversa sia per le abitudini che per il modo di guadagnarsi il pane. 
Risultati immagini per tre punto sei film immagini


Dante e Salvo, amici per la pelle, sono anche, però, un malavitoso e un poliziotto. E, fatalmente, si innamorano della stessa donna. Nanà che è la donna di Dante, lo lascia per Salvo. E il primo lascia tutto e tutti e scappa a per tornare dopo dieci anni e vendicarsi ma...

L'altra protagonista è la città di Torino ,decadente, martoriata dalle laceranti contraddizioni nate tra un passato che non esiste più e un futuro inquietante. Il capitalismo industriale ha ormai lasciato il posto ad un tessuto sociale che sopravvive solo a sé stesso, tra i drammi di esistenze precarie e i mille modi per tirare a campare di gente di ogni risma. 

Risultati immagini per tre punto sei film immagini

La violenza diventa allora una litania quotidiana che unisce poveri, delinquenti, vittime ed emarginati in una danza che inevitabilmente diventa il confine tra la morte e la vita per quanto precaria possa essere. Osannato dalla critica locale, poco apprezzato dal botteghino, ora possiamo riscoprire questo piccolo gioiello cesellato da un regista scomparso troppo presto grazie a Internet. Cercatelo e gustatelo, nel suo amarognolo ritratto di vita periferica torinese che a Rondolino è sopravvissuta, pur a stento.

Risultati immagini per tre punto sei film immagini

martedì 13 febbraio 2018

Retrofilm: Cooties, ovvero l'industria ci fa spesso mangiare merda

Horror americano del 2014, che, come alcune opere ha il pregio di narrare parti di verità conclamata. Si parte dall'industria alimentare moderna erogata tramite fast-food, ovvero cibo, tra l'altro crudele e sbagliato, che inizia da un povero pollo e finisce nelle mense dei più piccoli ,diventando carne e sangue di (inconsapevoli) umani. 

Chi è sapiente, conosce benissimo che tramite il DNA si tramandano determinate caratteristiche; ma conosce anche che sono possibili, tra volta naturalmente prodotte, trasmutazioni geniche da indurre anche tramite l'ingestione di cibo appositamente preparato. L'allevamento degli animali che diventeranno cibo, può servire egregiamente anche a questo scopo. 

Risultati immagini per cooties film

E infatti, Jonathan Milott e Cary Murnion ci raccontano che in una cittadina dell'Illinois, una studentessa che mangia una pepita di pollo, introduce in realtà nel suo organismo un virus mutante (i virus si mutano, a piacere, anche nei laboratori) e tutto questo spiega come mai altri umani cominciano ad esprimere comportamenti particolarmente aggressivi e criminali. Tipo le liti per i parcheggi che sappiamo anche da noi. E non è una battuta. 



Risultati immagini per cooties film
La troppa e immotivata aggressività che si nota nella nostra società, potrebbe tranquillamente derivare da aria, cibo e acqua contaminati a dovere. Il film, considerato un B-movie è stato interpretato anche da Elija Wood, Alison Pill, Rainn Wilson, Morgan Lily. Trucchi e scene nella media. Prodotto gradevole, denotato da una certa ironia, non certo un capolavoro. Sempre meglio di una puntata del Festival di Sanremo o, peggio ancora, una tele-celebrazione così comune sui canali RAI. Insomma, esattamente come in caso di epidemia-zombie, cominciate a difendervi, in un modo o nell'altro! Anche la pessima musica è altamente letale.

Risultati immagini per cooties film